Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
8

Meraviglie d’Olanda: 9+1 esperienze da non perdere ad Amsterdam e dintorni

Scopri i migliori Tour per visitare i Paesi Bassi, Amsterdam e dintorni Scopri i migliori Tour per visitare i Paesi Bassi, Amsterdam e dintorni da 2€ scegli la tua esperienza

Una delle rotte turistiche più scelte ed apprezzate dai viaggiatori negli ultimi anni, l’Olanda è un posto super consigliato da visitare per la sua varietà di colori, profumi e paesaggi d’artista. Se pensate che andare solo ad Amsterdam significhi aver visto l’Olanda, vi sbagliate di grosso.

Tra canali fiabeschi, mulini a vento e giardini in fiore, vi proponiamo 10 esperienze bellissime da fare in pochi giorni nella terra dei tulipani con consigli indispensabili per risparmiare tempo ed evitare intoppi.

Van Gogh e Rembrandt: Alla scoperta dei maestri olandesi

Van Gogh Museum Esterno Jan Kees Steenman

Partiamo da Amsterdam, meta ambita da milioni di turisti che celebra due maestri d’arte come Van Gogh e Rembrandt con esposizioni museali a loro dedicate (a Rembrandt è intitolata anche una delle piazze più importanti della città).

Chi sta programmando un viaggio nella capitale olandese, non può quindi escludere dal suo itinerario una visita combinata al Van Gogh Museum e al Rijskmuseum, il Museo Nazionale dei Paesi Bassi che celebra le opere del pittore simbolo del Secolo d’Oro.

Potreste visitare i due musei in giorni diversi ma, trovandosi entrambe le strutture a Museumplein e a meno di 5 minuti a piedi l’un l’altra, risulta comodo visitarle lo stesso giorno, una al mattino e una al pomeriggio, magari fermandovi a pranzare stesso in zona.

SCOPRI LE OFFERTE PER I MUSEI DI AMSTERDAM

Acquistati singolarmente, i due ticket con ingresso prioritario costano in totale poco più di 35€. Esistono però diverse tipologie di biglietto, tra cui quelli combinati che per pochi euro in più vi offrono anche altre esperienze oltre all’ingresso ai musei, spesso con audioguida inclusa e opzione  “salta la coda”.

Come spieghiamo in modo approfondito nella guida pratica per visitare il Museo di Van Gogh, il nostro consiglio quando si decide di vedere musei di caratura internazionale è quello di acquistare online i biglietti salta la coda, evitare la visita nel weekend e scegliere come fascia oraria la mattina presto.

E chi ha l’I Amsterdam City Card?

Per i possessori di questo abbonamento l’ingresso è gratuito in entrambi i musei. Dall'inizio del 2018, inoltre, la carta consente anche di saltare la fila al Van Gogh Museum: come fare? Ritirate la Card in aeroporto, collegatevi alla pagina tickets.vangoghmuseum.com e seguite le indicazioni per completare la prenotazione del biglietto elettronico. Vi arriverà una email di conferma con il voucher che potrete mostrare direttamente all'ingresso del museo, senza dover passare dalla biglietteria. La prenotazione è gratuita!

Una pecca riscontrata da tanti viaggiatori è l’assenza, in entrambi i musei, di alcune delle opere più importanti dei due pittori: pensate che “La notte stellata”, capolavoro indiscusso di Van Gogh, è esposto al MoMa di New York o che il meraviglioso “Lezione di anatomia del dottor Tulp” si trova al Mauritshuis dell'Aia (per non parlare di “Cristo nella tempesta sul mare di Galilea”, conservato al Gardner Museum di Boston fino al furto del 1990).

Nonostante ciò potete stare tranquilli: opere come “La casa gialla”, “Mangiatori di patate”, “Ronda di Notte” o “I sindaci dei drappieri” valgono assolutamente il prezzo del biglietto!

  • Come arrivare in Piazza dei Musei: Il modo più comodo per arrivare è in tram: prendete la linea n°2 o 5 e scendete alla fermata Museumplein. In alternativa, se preferite andarci a piedi, la piazza dista una quindicina di minuti dalla centralissima Piazza Dam.

Non solo Amsterdam: Giethoorn, Leida e Delft, le città dei canali

Vi piacciono le città affacciate sui canali? Oltre ad Amsterdam ci sono tante altre destinazioni da non perdere in Olanda.

Una passeggiata lungo la Cintura dei Canali di Amsterdam

Una delle caratteristiche che consacra Amsterdam in tutto il mondo è la sua meravigliosa cintura di canali (la Grachtengordel), da girare di giorno ma soprattutto al tramonto quando questi offrono panorami da togliere il fiato. Viaggiando in pieno inverno c’è il rischio di trovarli ghiacciati, perciò il periodo migliore per visitarli è sicuramente la primavera.

In una bella giornata di sole spostatevi in autonomia noleggiando una bici, opzione perfetta che vi permette di gustarvi ogni singolo centimetro della città. L’alternativa è quella di girare a piedi con una passeggiata in totale relax (fermatevi assolutamente al Bloemenmarkt, lo splendido mercato dei fiori galleggiante, un’attrazione unica al mondo!). Se invece preferite un tour organizzato, potete prenotare un giro in battello o la crociera con cena inclusa (come fascia oraria vi consigliamo quella tra l’ora del tramonto e l’arrivo della sera): Amsterdam è uno spettacolo con i ponti e la città illuminati.

Un altro modo di vivere a pieno la magia dei canali è quella di dormire in una Houseboat, le famose case galleggianti di Amsterdam: un’esperienza da sogno e, così come per una stanza di albergo, affittarne una è semplicissimo. Attenzione però: le Houseboat ormeggiano lungo i canali e, anche se sono ben stabili, ondeggiano un pochino perciò se soffrite il mal di mare forse è meglio valutare altre soluzioni.

TOUR E CROCIERE SUI CANALI DI AMSTERDAM

Giethoorn, la Venezia olandese

Giethoorn bervaz flickrSe amate particolarmente i canali, una delle gite più belle da fare in Olanda è sicuramente Giethoorn, considerata la “Venezia olandese”: un paesaggio da favola a un centinaio di km da Amsterdam, un luogo tutta natura e tranquillità caratterizzato da canali e casette fiabesche con finestre addobbate come vetrine.

Il posto è molto piccolo, si gira tranquillamente a piedi in una giornata perciò portate con voi bagagli comodi da trasportare. In rete si trovano alcuni giudizi negativi sui prodotti culinari di Giethoorn.

Diversi viaggiatori lamentano uno scarso rapporto qualità-prezzo e suggeriscono di prepararsi un pranzo a sacco più che fermarsi a mangiare in zona: un consiglio di cui tener conto se state programmando una giornata qui.

CONTROLLA I MIGLIORI TOUR E LE OFFERTE PER GIETHOORN

L’attrazione di rilievo è la navigazione con le caratteristiche barchette, ragion per cui la visita di Giethoorn è fattibile in un giorno e va inserita in un tour dell’Olanda o abbinata ad una vacanza ad Amsterdam. Se invece preferite fermarvi per più giorni, potete alloggiare nelle caratteristiche casette, collegate tra di loro dai ponticelli, o nelle strutture ricettive all’interno del villaggio.

  • Come arrivare a Giethoorn: Potete arrivarci in auto, tramite le autostrade A1 o A6; ci si impiega un’oretta e mezza e, una volta lì, parcheggiate e girate a piedi, passeggiando lungo i canali, o affittate una barchetta per un’escursione nei dintorni. Con i mezzi pubblici, ci si arriva tramite treno con destinazione Leeuwarden, scendendo a Meppel: da lì proseguite con il bus numero 79 sino a Wanneperveen, in prossimità di Giethoorn. Un viaggio di circa un paio d'ore in tutto.

Leida, alla scoperta della piccola Amsterdam

Anche Leida, la cittadina che ospita una delle più antiche Università d’Europa, è un luogo davvero carino, ricco di suggestivi canali, case tipiche e mulini a vento ma, a differenza di città più grandi, estremamente tranquillo e poco caotico.

Da fare assolutamente una delle mini-crociere lungo i canali (spesso sono disponibili anche con audioguide in italiano). Durante la crociera si può vedere la riproduzione funzionante del mulino del padre di Rembrandt, il ponte del grano, la fontana dei pesci, il municipio, il negozio più stretto di tutta Leida, la vecchia fabbrica in disuso e tutto il panorama dei canali. Un’esperienza davvero carina, il tetto della barchette si alza e si abbassa e sotto alcuni ponti è necessario piegare la testa. D’inverno, nonostante il freddo rigido all'esterno, a bordo servono tè e caffè con biscottini.

Cercate una dritta culinaria? Provate la patata arrostita ripiena e i pannenkoeken dolci e salati all'Old Leiden oppure fermatevi per un caffè sul canale al di là della Facoltà di Legge.

Occhio a non distrarvi quando camminate a piedi e a non invadere le piste ciclabili; le bici hanno la precedenza su macchine e pedoni e vanno abbastanza di corsa. Mettete in programma anche una visita all’Orto Botanico, semplicemente spettacolare!

  • Come arrivare a Leida: Si può arrivare a Leida in treno con il diretto dalla stazione ferroviaria di Amsterdam, in auto tramite le autostrade A4 e A44 o in bus, tramite servizio fornito delle linee Connexxion.

PRENOTA UN TOUR GUIDATO ALLA SCOPERTA DI LEIDA

Delft e la ceramica blu

Delft Alberto Garcia flickrSe avete una grande passione per le città sui canali e state programmando un viaggio nei Paesi Bassi, un altro posto da visitare in Olanda è sicuramente Delft, la cittadina che ha dato i natali al pittore Vermeer.

Piccolissima, quasi minuscola, mezza giornata basta abbondantemente per visitare questo gioiellino con viuzze pittoresche, mercatini di fiori, negozi con oggettini vintage e soprattutto canali piccoli e perfetti.

La particolarità di Delft è la ceramica blu, ragion per cui l’attrazione top è il museo delle porcellane con annessa la fabbrica, facilmente raggiungibile a piedi con una passeggiata dal centro abitato o con delle simpatiche apette.

VISITA LA FABBRICA DI CERAMICHE DI DELFT

Il tour del museo è molto carino ed è self-service: forse il prezzo è un po’ esagerato (circa 13€) ma comprende anche l’audioguida che illustra la storia delle ceramiche e i processi di fabbricazione. Alla fine della visita fermatevi nel cortile per gustare uno snack o acquistare una porcellana al museo.

  • Come arrivare a Delft: Delft si trova a 70 km dal centro di Amsterdam, con il treno ci mettete poco più di un’ora e il biglietto costa sui 13€.

Mulini, zoccoli e formaggi: Zaanse Schans e Alkmaar

I simboli caratteristici dell'Olanda? Mercati di formaggio, zoccoli di legno e mulini a vento. Ecco dove trovarli e come raggiungerli da Amsterdam.

Case verdeggiati e mulini a vento: ecco Zaanse Schans

Zaanse Schans Riflessi Vanie Castro flickrProbabilmente è l’escursione fuori Amsterdam preferita dai viaggiatori per i suoi paesaggi bucolici e il profumo di cacao nell’aria. A Zaanse Schans a farla da padrona sono i sensazionali mulini a vento: in alcuni potete salire anche fin su in terrazza e scattare selfie ideali per la vostra foto profilo Facebook.

Uno dei mulini più belli è senza dubbio il De Kat, il mulino-tintoria che ancora oggi produce tinture seguendo le ricette del pittore Rembrandt.

I biglietti d'ingresso per i mulini a vento costano circa 4€ e possono essere comprati sul posto. Non perdetevi una visita anche al museo dell'orologio e a quello degli zoccoli (se c’è un paio che vi piace particolarmente potete anche acquistarlo): considerate che l’ingresso nei principali musei di Zaanse Schans è compreso nell’I Amsterdam Card.

SCOPRI LA MAGIA DEI MULINI A VENTO A ZAANSE SCHANS

Essendo questa cittadina una meta turistica super ricercata, cercate di arrivare di mattina molto presto, onde evitare le centinaia di pullman che iniziano ad arrivare prima di pranzo.

Come arrivare a Zaanse Schans: È possibile arrivare in autobus da Amsterdam (linea 391, si impiegano 40 minuti circa e il costo del biglietto andata/ritorno è 10€) o in treno dalla stazione centrale di Amsterdam, direzione Koog-Zaandijk: 15 minuti di viaggio, scendete alla stazione di Zaanse Schans e in 10 minuti a piedi sarete tra i mulini. Andarci in bici? Fattibile ma non ve lo consigliamo! La distanza non è proibitiva (meno di 20 km) ma la strada non è bellissima. Se proprio amate pedalare, potete noleggiare la bici direttamente sul posto e poi fare un bel giro lì intorno, anche se il modo migliore per vedere il villaggio è passeggiare in totale svago e relax.

Alkmaar, un giro al mercato del formaggio

I mulini e soprattutto il formaggio sono i simboli di Alkmaar, piccola cittadina dell’Olanda Settentrionale a circa 40 km da Amsterdam. Il periodo migliore per andarci è sicuramente tra Aprile e Settembre, soprattutto perché di venerdì mattina in Waagplein (la piazza principale della città) c’è il caratteristico mercato del formaggio, un evento dal sapore folkloristico e popolare assolutamente da non perdere! L’evento inizia alle 10 in punto e l’arrivo dei portatori di formaggio è segnalato dallo squillo di un campanello: recatevi in piazza con un po’ di anticipo e sarete in ottima posizione per assistere alla simpatica rappresentazione.

Se invece andate ad Alkmaar in un periodo diverso, quando il mercato è fuori stagione, allora potete visitare il Museo del formaggio olandese situato proprio in piazza e fare una passeggiata nella città vecchia. Una chicca per i Beatles addicted: in città potete visitare il museo dedicato ai Fab Four che ospita una vasta collezione tra cui la prima chitarra di John Lennon.

ASSISTI AL MERCATO DEL FORMAGGIO E VISITA ALKMAAR

  • Come arrivare ad Alkmaar: Potete raggiungere Alkmaar in treno direttamente dalla stazione centrale di Amsterdam (partono 4 treni l’ora dalla capitale olandese).

Primavera e inverno: l’Olanda tra tulipani in fiore e paesaggi innevati

Che viaggerete col sole o con la neve, l’Olanda avrà sempre qualcosa di meraviglioso da offrirvi.

Profumi e colori del Parco Keukenhof

Parco Keukenhof fiori coloratiOrganizzando una vacanza nel periodo primaverile, in particolar modo da fine marzo a metà maggio, è impossibile non visitare il Parco Keukenhof, il parco di fiori più grande al mondo a Lisse.

Uno spettacolo incredibile, i tulipani in fiore sono il simbolo dei Paesi Bassi e l’apertura del parco per soli due mesi (da Marzo a Maggio) costituisce un vero e proprio evento internazionale.

Considerato il numero di persone che affluisce ogni anno al Keukenhof, il consiglio è quello di acquistare online il biglietto “salta la coda”.

SALTA LA CODA E VISITA IL PARCO KEUKENHOF

Un’ottima soluzione è il ticket completo che comprende anche il viaggio in pullman andata e ritorno dal centro di Amsterdam: comodità assoluta, zero ansia e un unico biglietto da conservare durante la giornata tutto incluso. Scegliendo questa opzione, potete partire in orari diversi della giornata e restare all'interno del Keukenhof per circa 3 ore.

Se invece preferite organizzarvi in autonomia, al parco ci si può arrivare anche in auto (il parcheggio costa 6 euro al giorno) o con i mezzi pubblici.

Tra i mulini di Kinderdijk-Elshout, patrimonio UNESCO

Stupenda in primavera, bellissima anche d’inverno. Soprattutto nel periodo natalizio, l’Olanda si riscopre una destinazione magica caratterizzata da villaggi innevati, festival invernali e mercatini di Natale, non solo ad Amsterdam ma anche in altre città come Heemskerk, che ospita il Castle Christmas Fair, L’Aia  con il Royal Christmas Fair e Groningen con lo splendido mercatino sull’acqua. 

Se viaggiate con la famiglia, Kinderdijk-Elshout è un luogo da cartolina assolutamente imperdibile, con la sua rete di mulini e uno spaccato di vecchia Olanda che vi catapulta indietro nella storia medioevale. Patrimonio dell’Unesco, bellissimo da visitare anche con i piccoli che restano incantati dai tetti ricoperti dalla candida coltre di neve.

Una passeggiata che vin consigliamo di fare a piedi o in bicicletta, il percorso che porta tra i mulini è gratuito mentre la visita al loro interno è a pagamento. Potete arrivarci anche in auto, il parcheggio costa all'incirca 5€ a macchina e con la ricevuta avete diritto a prendere una bevanda calda al Punto Informazioni della cittadina.

La Frisia in bicicletta

Le basse temperature danno il via in Olanda all’'Elfstedentocht, il Tour delle 11 Città considerato il più grande evento di pattinaggio al mondo. La competizione si svolge in Frisia, una delle rotte più belle da fare in bicicletta; chilometri e chilometri di campagna da percorrere, divisa in più percorsi ciclabili, in centro e fuori città, molto sicuri per i ciclisti e dotati di segnaletica stradale ben visibile ed accurata.

Il consiglio è quello parcheggiare l’auto in uno dei grandi posteggi che trovate in zona e fittare una bici in stazione. Potete scegliere se pedalare in autonomia o affidarvi ad uno dei tanti tour guidati organizzati.

Volendam, Edam e Marken: come in una fiaba

EdamSe avete pensato di fare le cose in grande e avete a disposizione almeno 10/15 giorni per il vostro viaggio, in un tour dell’Olanda “on the road” che si rispetti non può mancare una visita della campagna settentrionale olandese, divisa in mini-tappe: l’isola di Marken, un paesaggio fiabesco con il piccolo faro bianco e le casette colorate, Edam famosa per il formaggio e la fabbrica di zoccoli tradizionali e Volendam con la sua incantevole spiaggia rosa e i graziosi mulini a vento.

Fermatevi lì, noleggiate una bici e godete delle immense bellezze del luogo, in cui il tempo sembra essersi fermato.

MARKEN, EDAM E VOLENDAM: I TOUR DA NON PERDERE

Olanda e la campagna fiamminga

Per ogni posto che deciderete di visitare, esistono diverse tipologie di tour ed esperienze fantastiche da vivere: scegliete la vostra destinazione preferita e partite alla scoperta delle meraviglie olandesi. Idee per il prossimo viaggio? Un tour in Belgio e nelle Fiandre, da Gent a Bruges fino ad Anversa, tra le splendide cittadine della campagna fiamminga.

8
Quanto ti è stata utile questa guida?
Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653