Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
6

San Pietroburgo: Cosa vedere nella città degli Zar

Controlla i migliori tour, attività e biglietti salta la coda per visitare la città di San Pietroburgo Controlla i migliori tour, attività e biglietti salta la coda per visitare la città di San Pietroburgo da 6€ scopri le offerte

Benvenuti a San Pietroburgo, per molti la città più bella di tutta la Russia che racchiude le caratteristiche di una capitale europea pur mantenendo una forte identità nazionale. Una destinazione molto amata dai viaggiatori per i suoi romantici canali e le bellezze culturali del centro storico. A Giugno ha ospitato i Mondiali di Calcio 2018 ma “Piter”, come amano chiamarla i suoi cittadini, merita una visita in ogni periodo dell’anno. Scopriamo cosa vedere a San Pietroburgo, l’incantevole città degli Zar.

Info utili per San Pietroburgo: Visto, cambio euro e segnali stradali

Tenete presente che per visitare San Pietroburgo avrete bisogno del visto turistico per la Russia.

Come ottengo il visto per la Russia?

Online trovate la documentazione necessaria per richiedere il visto ma se non siete pratici potete rivolgervi direttamente ad un’agenzia per sbrigare la pratica. I costi delle operazioni variano in base alla vostra decisione di vedervela autonomamente o di rivolgervi ad un Centro Visti per la Russia (a prescindere dalla vostra scelta, considerate che il costo approssimativo dell’operazione NON sarà inferiore ad almeno 100€).

Dove cambiare Euro in Rubli?

Nel corso del vostro soggiorno a San Pietroburgo avrete necessità di cambiare gli euro in rubli (100 rubli equivalgono a circa 1,50€ - Aggiornamento dati 2018). Trovate numerose filiali bancarie per il cambio in aeroporto, nei musei, nelle stazioni della metro e nei grandi negozi del centro ma evitate per via dei tassi decisamente non convenienti.

  • La dritta è quella di cambiare nei numerosi uffici/cambio che trovate su Nevskij o lungo le traverse laterali, sempre dopo aver appurato nei tabelloni in vista qual è il tasso giornaliero.
  • Generalmente la commissione è sui 25 o 30 rubli per operazione quindi meno di 1 euro.

Prelevare in aeroporto invece è più fattibile, ma occhio sempre alle commissioni extra.

  • Come spesso succede in occasione dei grandi eventi, se sarete a San Pietroburgo per i Mondiali prestate attenzione ai falsi bancomat ormai in disuso ed evitate di farvi aiutare da persone estranee che si offrono di venirvi in soccorso per il cambio.

Evitate di girare con troppo contante se prendete autobus e metro, specie sulla Prospettiva Nevskij, mecca dei borseggiatori estivi. Cercate sempre di pagare tutto con carta di credito, dall’hotel al ristorante, dai musei ai negozi.

Info stradali e lingua

Segnali stradali e mappe della metropolitana sono scritti in cirillico ma trovate anche cartelli bilingue con indicazioni in inglese. Eccezion fatta per pochi alberghi e ristoranti/bar, la lingua inglese è poco parlata, specie tra le persone di una certa età; nonostante ciò potete partire tranquilli, andare a San Pietroburgo è un viaggio super fattibile e a gesti ce la si cava tranquillamente.

  • Per qualche informazione specifica rivolgetevi magari ai più giovani, sicuramente più propensi a comunicare in inglese.

Notti bianche a San Pietroburgo

Nel periodo tra Giugno e Luglio San Pietroburgo ospita il fenomeno naturale delle Notti Bianche, un appuntamento molto sentito e vissuto in città che richiama ogni anno turisti da tutto il mondo. Grazie alla particolare posizione geografica della città russa, per circa 50 giorni il sole sembra non tramontare mai e la notte regala meravigliosi giochi di luce;  il fenomeno delle Notti Bianche si ripete ciclicamente ogni estate, inizia negli ultimi giorni di Maggio e raggiunge il picco dopo metà Giugno fino ai primi giorni di Luglio.

  • Questi sono i mesi migliori per visitare San Pietroburgo ma è anche il periodo dell’anno in cui la città è presa d’assalto dai turisti con conseguente aumento dei prezzi. Il consiglio è quello di prenotare con abbondante anticipo volo e sistemazione.

Cosa sono le Notti Bianche?

Il fenomeno delle Notti Bianche viene celebrato con festival all’aperto, eventi musicali e soprattutto con l’apertura dei ponti levatoi, uno spettacolo che rende la città affascinante e suggestiva in diversi orari e specie nelle ore notturne fino al mattino. Costruita sull’acqua come Venezia, la città russa è un vero e proprio “Museo dei Ponti” e ce ne sono oltre 300 di cui una ventina mobili.

Potete ammirare gratuitamente l’apertura dei ponti sistemandovi in alcuni punti strategici della città come dalla freccia dell’isola di Vasilievsky, dal lungofiume Dvortsovaya o dal lato di Piazza del Palazzo (andateci sempre in anticipo per prendere posto, c’è tantissima gente a qualsiasi ora); un’altra valida opzione è godersi lo spettacolo dai battelli che organizzano appositi tour ed escursioni private in notturna.

Munitevi di macchina fotografica e immortalate lo spettacolo di San Pietroburgo magicamente illuminata di notte!

Visitare San Pietroburgo: Le attrazioni da non perdere

Oltre alla meraviglia delle Notti Bianche, a San Pietroburgo c’è tanto altro da vedere tra dimore storiche, capolavori architettonici e siti culturali riconosciuti patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Ermitage e Palazzo d’Inverno

ErmitageUna tappa all’Ermitage di San Pietroburgo è assolutamente imprescindibile, anche se non si è appassionati d’arte.

La visita si snoda lungo un percorso tra magnifici palazzi e può durare un’intera mattinata se non anche una giornata.

Data la lunghezza del percorso (circa 24 KM) potrà capitarvi di passare da un palazzo all’altro senza neanche rendervene conto, per cui la visita in autonomia può risultare dispersiva e nella confusione c’è il rischio di saltare qualche opera fondamentale.

Le principali collezioni si trovano all’interno del Palazzo d’Inverno ma ce ne sono di pazzesche anche nel Piccolo Ermitage, nel Vecchio Ermitage, nel Nuovo Ermitage e nel Palazzo dello Stato Maggiore. Solo qualche nome: Raffaello, Canaletto, Michelangelo, Canova per non parlare di tutta la collezione d’arte impressionista e post-impressionista e le sale dei grandi pittori italiani e fiamminghi.

Per un’esperienza completa e senza stress prendete il biglietto con audioguida inclusa (disponibile anche in italiano) e valido per due giorni così da dividere la visita in 48 ore.

  • Se volete pianificare la visita in autonomia senza l’ausilio della guida, studiatevi la collocazione delle opere sul sito ufficiale dell’Ermitage e stabilite già da prima a quali volete dare precedenza.

L’orario migliore per visitare l’Ermitage è il pomeriggio dalle 16:00 in poi.

Acquistando il ticket online si salta la fila e l’entrata è velocissima da una zona laterale. L'ingresso per i biglietti on line è situato nel vicolo sulla sinistra, di fronte l’entrata principale; facile da individuare, non potete sbagliarvi! Per una visita completa prendete anche l’audioguida in Italiano (costa qualche euro in più ma la spiegazione è dettagliata e soddisfacente).

  • Se non siete muniti di biglietto, l’alternativa per evitare la fila è quella di acquistarlo alle macchinette automatiche con carta di credito che trovate all’ingresso sulla sinistra così da evitare la coda ai botteghini.
  • Se volete optare per un giro veloce, scegliete di visitare l’Ermitage in un giorno con chiusura alle ore 21,00 (mercoledì e venerdì) ed entrare nel Palazzo intorno alle 18,00. Ciò vi consentirà una maggiore tranquillità di movimento per godervi al meglio le opere più note, solitamente circondate al mattino da orde di turisti.

Esistono diverse tipologie di tour guidati che comprendono la visita in tutti i palazzi dell’Ermitage, da poter organizzare in uno o più giorni.

BIGLIETTI SALTA LA CODA E TOUR PER L'ERMITAGE

Ermitage in famiglia: passeggini e accessibilità

Tale è la bellezza dell’Ermitage che ogni bambino dovrebbe visitarlo. Vastità del museo, folla e il fatto che il personale parli solo russo rendono però l’esperienza decisamente impegnativa per chi viaggia con bimbi piccoli in passeggino. Sotto il profilo dell’accessibilità, chi viaggia in carrozzella o ha difficoltà di deambulazione può spostarsi senza problemi grazie agli ascensori presenti all’interno della struttura.

Come arrivare all'Ermitage
L’Ermitage di San Pietroburgo si trova in centro ed è facilmente raggiungibile con la metro (Linea 5 viola) con fermata alla stazione Admiraltejskaja. Oltre all’Ermitage, questa fermata è utilissima anche per visitare altre famose attrazioni della città come la Cattedrale di Sant’Isacco, il Cavaliere di Bronzo o l’isola artificiale Nuova Olanda.

Giardini e Palazzo di Caterina

Palazzo di CaterinaUna delle residenze più celebri degli Zar di Russia, il Palazzo di Caterina si trova a circa un’oretta da San Pietroburgo vicino alla cittadina di Pushkin.

La sequenza delle sale che visiterete vi affascinerà per i loro suggestivi decori e la bellezza dei giardini che circondano il palazzo vi farà immergere per una giornata nella vita sfarzosa degli Zar.

La Sala d’Ambra vale da sola il prezzo del biglietto ma anche le altre stanze come il Salone dei Rastrelli o la Sala Verde del Cameron non sono da meno.

I biglietti per il Palazzo si possono fare sul posto il giorno stesso che si decide di visitarlo ma specialmente nel periodo estivo vi consigliamo assolutamente di acquistarli in anticipo, anche se si è obbligati a scegliere il giorno della visita al momento della prenotazione.

Il palazzo, infatti, apre alle 12 e a quell’ora si è già formata lunga coda ai botteghini; l’ingresso in biglietteria è consentito a piccoli gruppi per evitare calca, ragion per cui la fila si smaltisce in tempi molto lunghi e potreste passare diverse ore in coda.

Dato che l'aeroporto si trova nelle vicinanze, la gita al Palazzo di Caterina potrebbe essere l'ultima tappa prima del volo.

Come arrivare al Palazzo di Caterina
Potete arrivarci in taxi o tramite mezzi pubblici: prendete la metro fino a Moskovskaya (20 min. da Nevskij Prospekt,  la strada principale che attraversa San Pietroburgo) e poi da lì il bus 545 (circa 40 min. di viaggio). Basterà far capire all'autista che la vostra destinazione è "Catherine Palace" e lui vi avviserà una volta arrivati a destinazione.

La Cattedrale del Salvatore sul Sangue Versato

Fortezza Pietro e Paolo al tramontoPer apprezzare il meglio dell’architettura di San Pietroburgo, inserite nel vostro programma di viaggio un tour delle Cattedrali alla scoperta di capolavori architettonici come la Fortezza di Pietro e Paolo (di fronte all’Ermitage), la Cattedrale di Kazan e soprattutto alla Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato.

Monumentale anche solo osservata dall’esterno, all’interno la Chiesa è uno spettacolo di mosaici, colori e rappresentazioni che coprono ogni millimetro delle pareti. Il biglietto non è costoso, se non riuscite ad acquistarlo online vi consigliamo di acquistarlo al distributore automatico accanto alle casse per evitare la coda (il distributore accetta sia contanti che carte di credito).

Una dritta? Andateci di mattina presto, anche verso le 9:00, per non trovare ressa. L’edificio resta chiuso il mercoledì.

Imperdibile anche la Cattedrale di Sant'Isacco, la Chiesa russa ortodossa più grande della città trasformata in museo. Il colonnato esterno è davvero impressionante, consigliata anche la salita sulla cupola dorata che offre, con un piccolo sovrapprezzo, una splendida vista panoramica sul centro storico di San Pietroburgo.

  • Lo spettacolo dalla Cupola è indescrivibile ma per arrivare in cima c'è da salire una scala a chiocciola con oltre 200 gradini.

Reggia di Peterhof, Prospettiva Nevskij e altri luoghi di interesse

Altra tappa immancabile in un viaggio a San Pietroburgo è una visita al complesso di Peterhof, una delle sette meraviglie di Russia con suggestivo affaccio sul golfo di Finlandia. La residenza è di una bellezza unica, da molti considerata anche più bella della Reggia di Versailles.  L’accesso ai Giardini Inferiori è a pagamento mentre i Giardini Superiori sono gratuiti. Tutti gli altri piccoli musei sparsi nei giardini, incluso il Palazzo Principale, non sono compresi nel ticket e prevedono l'acquisto di biglietti a parte.

  • I giardini sono meravigliosi, la parte imperdibile della struttura. Se siete indecisi sui biglietti da acquistare, mettete in cima la visita ai giardini e quella al Palazzo.

Peterhof dista circa 40 km da San Pietroburgo ma è facilmente raggiungibile con un servizio efficiente di bus, treni e aliscafi.

Se amate camminare, organizzate una passeggiata lungo tutta la Prospettiva Nevskij, la strada principale della città, e godetevi la maestosità dei palazzi che la circondano. Non mancate un giro in Piazza delle Arti, dove si erge il monumento ad Aleksandr Sergeevič Puškin, o sull’Isola della Nuova Olanda con la caratteristica porta ad arco.

  • Se potete allontanarvi dal centro fate un giro al mercatino delle pulci di Uldenaya (prendete la metro blu fino ad Uldenaya ed immergetevi tra i colorati banchetti della città).
  • Avete uno stomaco forte? Prenotate un giro alla Kunstkamera, il museo etnografico fondato da Pietro il Grande che raccoglie stranezze di ogni tipo.

Cosa fare a San Pietroburgo: Vita notturna e tempo libero

Dopo una giornata trascorsa al museo, cosa offre “Piter” per una serata di svago? Una delle vie principali di San Pietroburgo è Rubinstein Street, una strada piena zeppa di cafè e ristoranti situata in pieno centro. La via non è in realtà molto lunga ma il gran numero di bar e locali presenti fa sì che di notte qui si concentri la movida cittadina. Se vi trovate sulla Prospettiva Nevskij, vi basterà camminare meno di 5 minuti per raggiungere Rubinstein Street.

Una chicca dove fermarvi a pranzo o per l’aperitivo a pochi passi dal centro? Come indirizzo “top” vi segnaliamo il Loft Project Etagi, uno dei più grandi centri multifunzionali di San Pietroburgo realizzato in un ex panificio. La struttura ospita mostre e gallerie d’arte, un ostello con stanze colorate dove poter pernottare, una caffetteria e una terrazza sul tetto da cui godersi una vista panoramica della città. Il Loft Project Etagi si trova a meno di 20 minuti a piedi dalla Prospettiva Nevskij.

Come spostarsi a San Pietroburgo

Diversamente dalla capitale Mosca, per visitare San Pietroburgo bastano anche 3 o 4 giorni e la città si gira tranquillamente a piedi da soli e senza problema alcuno. Se preferite spostarvi con i mezzi pubblici, la città è ben fornita da bus, metro e treno.

Per i trasporti in metropolitana, il consiglio è quello di acquistare le tessere a consumo e caricarci un importo scelto da voi in base al numero di spostamenti da fare (tenete conto che il singolo viaggio costa 45 rubli, circa 0,65€). Sugli autobus invece i biglietti si acquistano direttamente a bordo dal bigliettaio (il titolo di viaggio costa 40 rubli).

Un’altra valida alternativa è il taxi, mezzo molto usato a San Pietroburgo dati i costi non elevati. L’inconveniente è che durante le ore del giorno le strade restano spesso paralizzate dal traffico, ragion per cui il taxi è più conveniente nelle ore serali mentre di giorno la metropolitana resta l’opzione più agevole per spostarsi, specie per coprire le lunghe distanze.

Dall'Italia a San Pietroburgo

L’aereo è ovviamente il modo più veloce per arrivare a San Pietroburgo. L’aeroporto internazionale Pulkovo si trova a circa 16 Km dal centro città ed è servito da voli diretti dall’Italia che partono da Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia o con scalo nelle principali città Europee. Dall’aeroporto potete arrivare in centro con il Bus diretto n°39 o con i taxi che trovate appena fuori dal Terminal.

Se invece atterrate a Mosca e dovete spostarvi da Mosca a San Pietroburgo, le due soluzioni migliori sono il treno ad alta velocità (circa 4 ore di viaggio) o il volo diretto, circa un’ora e mezza di viaggio.

6
Quanto ti è stata utile questa guida?
Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653